Le due morti

Matthew Henry era un commentatore della Bibbia, puritano, che consumò la sua vita attorno alla Parola di Dio. Ogni giorno leggeva, studiava, pregava e meditava sulla Parola di Dio e le sue scoperte sono riportate per tutti noi nei suoi notissimi commentari. Sul letto di morte, completato il lavoro di una vita, Matthew Henry si rivolse all’amico Illage e gli disse: «Tu sei abituato a raccogliere le affermazioni di uomini in fin di vita. Ora ascolta la mia: Una vita spesa al servizio di Dio e in comunione con Lui è la più piacevole e confortevole che si possa vivere in questo mondo» (tratto da “Voices from the edge of Eternity”, Myers). Centrando la sua vita sulla Parola di Dio, Henry ha trovato piena realizzazione e soddisfazione.

 

Ora confrontiamo le sue ultime parole con quelle di Voltaire.
Voltaire era un famoso filosofo razionalista francese del diciottesimo secolo, uno degli esponenti dell’Illuminismo (nota la radice identica alla voce «Illuminati»). Durante la sua vita scrisse molti testi sprezzanti contro la Chiesa, sostenendo, tra l’altro, che entro 100 anni il Cristianesimo sarebbe stato visto come una cosa del passato e la Bibbia sarebbe stata considerata una semplice favoletta (pochi sanno che lo stesso spirito ispirò pure i Beatles). Quando fu sul letto di morte, era in condizioni così brutte che i suoi compagni non credenti avevano paura anche solo di avvicinarglisi. Alla fine, Voltaire si voltò verso il muro e gridò: «Devo morire abbandonato, da Dio e dagli uomini!». Dopo averlo visto morire, il suo infermiere dichiarò: «Non voglio stare mai più al capezzale di un infedele morente, neppure per tutte le ricchezze d’Europa. L’esperienza è stata davvero orribile!».
Che differenza tra l’esperienza di Matthew Henry e quella di Voltaire! Uno pieno di gioia e soddisfazione e l’altro pieno di angoscia e disperazione. E cosa ha fatto la differenza? L’atteggiamento di questi due uomini nei confronti della Bibbia, la Parola di Dio: uno l’amava e l’altro la disprezzava.

C’è anche un’interessante appendice alla storia di Voltaire, che ci conferma la straordinaria potenza della Parola di Dio. Il filosofo era vissuto in una casa di Ginevra ed esattamente cento anni dopo la sua morte la Società Biblica Britannica e Forestiera stabilì la nuova sede di Ginevra proprio nella sua casa. Non solo si trasferirono nella casa di Voltaire, ma utilizzarono anche la sua macchina da stampa per stampare Bibbie! Nulla può fermare la potenza della Parola di Dio.

L’Epistola agli Ebrei ci dice che la Parola di Dio è «vivente ed efficace» (Ebrei 4:12). E’ sufficientemente potente da condurre i peccatori a ravvedimento, soddisfare i cuori più bisognosi e produrre guarigione e miracoli nella vita delle persone. Può darci gioia, consolazione, esortazione ed anche correzione. E’ la Parola più potente del creato e tutto ciò che l’uomo deve fare affinché questa potenza si manifesti è accogliere la Parola di Dio nella propria mente e nel proprio cuore. Coloro che lo fanno possono testimoniare, come il Salmo di Davide di secoli fà: «La Parola del Signore è potente!».
Chi prende sul serio la Parola di Dio e comincia a leggere, studiare e meditare regolarmente la Bibbia, vedrà che essa avrà influenza in molti settori della sua vita.

La Bibbia dice: «Chi va co’ savi diventerà savio; Ma il compagno degli stolti diventerà malvagio.» (Proverbi 13:20). Ciò è evidente. Infatti purtroppo abbiamo: Marx, Darwin, Voltaire, … «La madre degli stolti è sempre incinta!» … fino a quando un giorno Dio metterà fine agli stolti ed alla stoltezza e quel giorno si sta avvicinando.

«3 Ma se il nostro evangelo è ancora velato, esso lo è per quelli che periscono, 4 nei quali il dio di questo secolo (Satana, Lucifero) ha accecato le menti di quelli che non credono, affinché non risplenda loro la luce dell’evangelo della gloria di Cristo, che è l’immagine di Dio.» (II Corinzi 4:3-4).”

Stefano Sambataro

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Testimonianze e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...